SPIKE LEE PREMIA MARADONA BABY 1


E’ un sogno che si realizza. E’ la vittoria del bravo regista Nino Sabella e del suo corto “Maradona Baby” alla seconda edizione del BABELGUM ONLINE FILM FESTIVAL. Se teniamo conto che c’erano ben 651 film in concorso e che tutto è stato svolto in rete votando on-line, questo equivale a dire che a votare era tutto il mondo. Uscire vincitore e ricevere il premio direttamente dalle mani di Spike Lee è l’equivalente di sognare.

Ma i meriti di questa vittoria del corto scritto e diretto da Nino Sabella vanno sicuramente condivisi anzitutto con la Vertigo Srl che lo ha prodotto, con Sino Caracappa, coi bravissimi interpreti, i giovanissimi Accursio Bentivegna e Desiree Licata, gli attori coprotagonisti Ornella Giusto e Ignazio Raso, le splendide musiche del maestro Antonio Giovanni Bono e tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione, che non elenchiamo per motivi di spazio ma tra i quali ci sono molti saccensi.

Per la cronaca, nella notte di martedì 27 aprile 2009, Spike Lee ha annunciato a New York i vincitori della 2a edizione del Babelgum Online Film Festival da lui presieduto, nel corso di una cerimonia svoltasi nella cornice del Tribeca Film Festival. Il Babelgum Online Film Festival è il primo concorso mondiale dedicato al cinema indipendente che si svolge interamente online, da quest’anno simultaneamente sul Web e sul mobile. Oltre 250mila spettatori hanno visto 651 film in concorso.

I riconoscimenti sono stati assegnati come segue:

• per la categoria Looking for Genius Award: Francesco Sperandeo (Italia) con BAB AL SAMAH;

• per la categoria Spike Lee Award/Short Film: Nino Sabella (Italia) con MARADONA BABY;

• per la categoria Spike Lee Award/Animation: Guy Ben Shetrit (Israele) con HEY ANIMATION MUSIC VIDEO;

• per la categoria Spike Lee Award/Documentary: Christina Voros (Stati Uniti) con THE LADIES;

• per la categoria Spike Lee Award/Mini Masterpiece: Sherwin Akbarzadeh (Iran) con I HAD A DREAM I WENT TO CONEY ISLAND;

Al Looking for Genius Award, vincitore assoluto del concorso, e ai quattro Spike Lee Award sono andati cinque assegni di 20.000 Euro l’uno.

• per la categoria Professional Jury Award/Short Film: Francesco Sperandeo (Italia) con BAB AL SAMAH;

• per la categoria Professional Jury Award/Animation: Michael Patrick O’Hara (Canada) con MR. HAPPY;

• per la categoria Professional Jury Award/Documentary: Joseph Cottrell-Boyce (Regno Unito) con GLUE;

• per la categoria Professional Jury Award/Mini Masterpiece: Lance Dumais (Stati Uniti) con DECKLIN AND THE DARKNESS.

Quaranta finalisti sono stati inizialmente selezionati grazie a 62mila voti espressi dal pubblico. Questa rosa è passata successivamente al vaglio della giuria di esperti presieduta da Lee per la scelta degli otto vincitori.

La giuria era composta quest’anno da: Richard Abramowitz, presidente di Abramorama e professore alla Tisch School of the Arts della New York University (Stati Uniti); Joe Bateman, direttore del Rushes Soho Shorts Film festival di Londra (Regno Unito); Michael Cox, Talent Executive di Chelsea Lately su E! Entertainment (Stati Uniti); Tiziana Loschi, direttore del Festival Internazionale di Annecy per l’Animazione (Francia); Carl Spence, direttore artistico del Festival del Cinema di Seattle (Stati Uniti).

I 651 film di questa edizione insieme con gli 8 vincitori e i 40 finalisti sono disponibili per la visione su http://www.babelgum.com/online-film-festival

Non possiamo che concludere esternando nuovamente il nostro orgoglio saccense facendo grandissime felicitazioni al nostro Nino per il grande risultato ottenuto e grandi complimenti a tutto lo staff che ha realizzato il suo meraviglioso sogno.


Add Comment Register

Leave a comment

One thought on “SPIKE LEE PREMIA MARADONA BABY