INCONTRO COL SINDACO SULLE BOLLETTE GIRGENTI ACQUE 2008-2009


A proposito delle uniche due bollette emesse da Girgenti Acque, siamo stati ricevuti ieri cordialmente dal dott. Vito Bono, sindaco di Sciacca a cui abbiamo esposto le nostre perplessità nonchè quelle di tutti i cittadini che rappresentiamo.

Le fatture con scadenza 28/01/2009, presentavano un serie di anomalie già all’atto della loro emessione (avvenuta il 30/12/2008), tra le quali ricordiamo:
– la mancanza di un dettaglio della quota imponibile espressa in termini di consumo in m.c. di acqua;
– la presenza dei canoni di depurazione, dichiarati illeggittimi dalla sentenza n.335/2008 della Corte Costituzionale e poi reintegrati, ma solo parzialmente, dalla legge n.13/2009.
In questi giorni, il geom. Giuseppe Giuffrida, non tenendo fede ad un impegno preso con la cittadinanza il 5 Marzo 2009, data in cui assumeva l’onere di ritirare, correggere e ristampare le bollette, ha fatto sapere che la fatturazione non solo era corretta ma che questa va saldata urgentemente, pena il distacco dell’utenza morosa. Noi de L’ALTRASCIACCA, che ci opponiamo fermamente a tale mancanza di rispetto nei confronti di tutti i saccensi, abbiamo chiesto al nostro sindaco di ribadire all’ente gestore:
- il ritiro delle bollette con scadenza 28/01/2009 e la riemissioni previa l’inserimento in esse di tutte le informazioni riguardanti il consumo espresso in m.c. e l’eliminazione della voce relativa ai canoni di depurazione, visto che, allo stato attuale, non sono in grado di quantificare correttamente la quota parte dovuta;
l’emissione di Note di Credito per la quota relativa ai canoni di depurazione verso tutti coloro che hanno già pagato le stesse fatture.

Per quanto riguarda le bollette con scadenza 29/06/2009, abbiamo fatto notare al nostro primo cittadino che le stesse non presentano chiare specifiche sulla quantità dei m.c. che vengono garantiti col il pagamento del canone fisso nè risulta evidente a quale anno si riferisce lo stesso. Avendo assicurato che queste ultime fatture vanno invece pagate, abbiamo chiesto al Dott. Vito Bono di farsi certificare per iscritto dall’ente gestore che:
le fatture con scadenza 29/06/2009 si riferiscono, in modo univoco, al pagamento dei canoni fissi relativi all’anno 2009 e questi canoni corrispondono ai primi 80 m.c. di consumo.

Su ambedue le fatture risulta discutibilmente presente la voce relativa al “servizio di fatturazione/bollettazione”, non dovuta per legge, per la quale, se necessario, agiremo in altra sede.

Add Comment Register

Leave a comment