WHAT THE GOLF PLAYERS WOULD SEE NEVER / 8 … “Diario di una incazzatura”


Crediamo che non ci stancheremo mai di incazzarci, scusate il termine ma è quello che rende meglio il nostro stato d’animo, quando vediamo quel che accade tutti i giorni, non solo nei week end, con il parcheggio selvaggio davanti alla Chiesa Madre o in via Vittorio Emanuele o in via Roma, per i meno informati: IL CUORE DI QUESTA CITTA’.
Ma col tempo anche le incazzature scemano, quasi quasi ci si fa l’abitudine, vedere certi incivili che parcheggiano dove gli pare rimanendo impuniti sembra diventata la norma non l’eccezione. Purtroppo capita anche di fare un giro per il centro di sera, magari dopo aver gustato un’ottima pizza, con qualche ospite straniero venuto per godere del clima e delle bellezze della tua città. Ed è lì che scatta la molla, quando il tuo amico vorrebbe farsi una bella foto davanti al Duomo e trova questo spettacolo…

Oppure quando lo porti in via Roma, dove c’è una grandissima concentrazione di persone e di locali, e ti tocca spiegargli che l’area dove vede parcheggiate tutte quelle auto è semplicemente zona rimozione 24h su 24h.

A quel punto, dopo esserti vergognato di vivere in questa città, dopo aver cercato di risalire muri lisci spiegando che molti dei tuoi concittadini hanno un senso civico posizionato sullo zero assoluto, dopo che spieghi che l’amministrazione non li punisce perché non ci sono i soldi per pagare lo straordinario ai vigili che sono oltretutto sempre in carenza di organico … ecco, dopo tutto ciò, inizi ad incazzarti!

La nostra associazione ha più volte trattato questo argomento, già al tempo della precedente amministrazione. Dai nuovi amministratori ci aspettavamo non che trovassero i soldi che non hanno, ma che si facessero almeno venire un’idea per evitare questo scempio. Avevamo proposto di acquistare delle colonne a scomparsa da piazzare all’imbocco delle piazze, che si potevano finanziare per esempio con le multe prese per i divieti di sosta (clicca qui), ma non è servito nemmeno quello. Ci siamo chiesti a che servono le telecamere di sorveglianza in via Roma e in Piazza Duomo se poi non si possono utilizzare come deterrente contro il parcheggio selvaggio, ma anche a questa domanda le risposte sono state insufficienti. L’unica cosa che abbiamo visto è qualche pattuglia di vigili che, una tantum, la sera si fa un giro per elevare contravvenzioni, magari dopo aver letto qualche articolo di giornale o dopo averseguito qualche servizio in televisione, esattamente la stessa cosa che si osservava all’epoca della giunta Turturici.

Sembra che l’unica certezza sia che, non essendoci i parcheggi sufficienti, bisogna tollerare quelli selvaggi. Questa regola vale naturalmente anche per i giorni festivi e la domenica quando non c’è nemmeno bisogno di farlo per necessità di lavoro. Ma in che paese viviamo?

Vogliamo o no che Sciacca diventi realmente un paese turistico? O ci serve solo a sbandierarlo durante le campagne elettorali? Iniziamo a dare delle regole certe, iniziamo a non far parcheggiare selvaggiamente nel cuore della nostra città come fanno in tutte le città civili del mondo.
Caro sindaco, cari assessori, cari consiglieri comunali, finché facendo un giro in centro ci vergogneremo di abitare in questa città, voi non avrete assolto al vostro compito. Nessuna amministrazione potrà durare più a lungo di una consiliatura se lascia la città nel disastro in cui l’ha trovata. La gente è stanca di sentire proclami e, come noi, si sta pure iniziando ad incazzare.

Add Comment Register

Leave a comment