A Vincenzo Nucci il Premio “Poesia e Cultura Città di Ispica – Incontro con i Contemporanei”


Ci fa veramente piacere riportare la seguente notizia riguardante il nostro concittadino Vincenzo Nucci.

da: ondaiblea.it

Ispica, 11 dicembre – La Giuria istituita per l’assegnazione del Premio “Poesia e Cultura Città di Ispica – Incontro con i Contemporanei”, presieduta dal sindaco Piero Rustico e composta dal Deputato regionale Innocenzo Leontini, dal Presidente del Consiglio comunale Carmelo Oddo, dal Consigliere comunale Salvatore Rustico e dai cinque illustri esperti Aldo Gerbino, Giovanna Poletti Spadafora, Ruggero Savinio, Stefano Malatesta e Philippe Daverio, ha scelto il destinatario della sedicesima edizione del Premio – sezione Pittura: Vincenzo Nucci, affermato pittore siciliano.

Nucci è nato nel 1941 a Sciacca; ha frequentato l’Istituto d’Arte di Palermo e l’Accademia di Belle Arti di Agrigento e ha insegnato tecniche murali all’Istituto d’Arte di Sciacca; successivamente ha rinunciato a questo incarico per dedicarsi interamente alla pittura.

Le sue prime personali, nel decennio tra il 1960 e il 1970, in varie città italiane, lo hanno visto impegnato in temi sociali e drammatici come il terremoto in Sicilia e la guerra del Vietnam.

Negli anni ’70 ha conosciuto Piero Guccione, che è stato poi insignito del Premio Poesia e Cultura Città di Ispica nel 1983.

Una nuova svolta è avvenuta nel 1984 con la presentazione in catalogo di Guido Giuffré e Roberto Tassi nella personale alla “Tavolozza” di Palermo, e nella rassegna “Un punto nel mediterraneo” al Museo “Scaglione” di Sciacca, dove è poi ritornato su invito di Vittorio Sgarbi per “Giardini di Sicilia” nel 1987; nel 1988 è stato a Roma con una personale alla galleria “Andre” e alla galleria “Basile” di Palermo; nel 1989 ha esposto con una personale alla galleria “Biasutti” di Torino ed è stato presente alla XXXI Biennale Nazionale d’Arte a Milano.

Agli inizi degli anni ’90 Paolo Nifosì lo ha presentato in catalogo in una sua Antologica all’ex Convento San Francesco di Sciacca e, su invito di Marco Goldin, sono poi seguite due rassegne itineranti in alcune delle più importanti gallerie italiane.

Ha riscosso grande successo anche a livello internazionale: le sue opere sono state esposte a Parigi e a New York, ma non si è mai distaccato dalla Sicilia e dalla sua Sciacca, nella quale tuttora vive e lavora.

Sono del 2010 le sue ultime creazioni: le opere della personale “Gli uomini del paesaggio”, presentata alla Galleria Spazio Forni di Ragusa, e la collettiva “Mare Nostrum” alla Galleria Forni di Bologna.

Add Comment Register

Leave a comment