I cittadini di Sciacca sono pronti a difendere il proprio mare 1


foto finale conferenza stampa referendum

Ieri, 18 Aprile 2016, alle ore 11, presso il bar Charlie si è svolta la partecipatissima conferenza stampa del Comitato Referendario saccense.
Si sono commentati gli straordinari risultati di affluenza della città di Sciacca in assoluta controtendenza rispetto al dato provinciale, regionale e nazionale.
Col 53,95% Sciacca è la prima città in Sicilia per affluenza e l’unica ad avere raggiunto il quorum, contro una media Siciliana sotto il 30%.
Tra le grandi città italiane ( superiori ai 20’000 abitanti) Sciacca è la terza per affluenza dopo Potenza e Matera.
Questo risultato straordinario è frutto di un lavoro che dura da anni. Fu infatti nel Maggio del 2010, che l’Ing. Mario Di Giovanna membro dell’associazione L’AltraSciacca scoprì, per primo in Sicilia, la presenza di tre permessi di ricerca che insistevano di fronte le città di Sciacca, Marsala e Mazara del Vallo. Partì una grande campagna di informazione che vide la presenza a Sciacca anche di Report, vennero sensibilizzate le istituzioni e opinione pubblica sui rischi di una eventuale comparsa di piattaforme petrolifere nei nostri mari. Fu così che prese vita il movimento No Triv Siciliano.

conferenza stampa referendum

Da allora col Comitato Stoppa La Piattaforma è andata avanti una battaglia che ha permesso di far ritirare ben 11 richieste di permessi di ricerca tra Sciacca e Pantelleria.
Con l’indizione del referendum, l’impegno del Comitato Stoppa la Piattaforma è stato premiato con l’istituzione in un Comitato Referendario per il Sì di Sciacca, formato da più di 60 associazioni, movimenti e partiti politici e da centinaia di cittadini che con una capillare campagna referendaria che ha visto decine di banchetti, convegni, concerti, dibattiti, volantinaggi, porta a porta etc.  ha permesso di far diventare Sciacca l’epicentro della lotta contro l’industrializzazione dei nostri mari.

matteo conferenza stampa referendum
“Vogliamo ringraziare tutti: le associazioni, i partiti e movimenti politici che con estrema forza ed equilibrio hanno portato questo risultato” dichiara l’ing. Mario Di Giovanna, portavoce del comitato  “soprattutto ringraziate tutti i 17.885 cittadini che hanno votato a Sciacca ottenendo uno straordinario risultato, che ci permette di lanciare un messaggio chiaro alle società petrolifere e a chi ci governa. Questa città, con grande dignità ed a testa alta è pronta a lottare per il proprio mare”

Se la minaccia delle trivellazioni oggi a Sciacca è più lontana lo si deve ai nostri cittadini.

GRAZIEgrazie referendum


Lascia un commento

Un commento su “I cittadini di Sciacca sono pronti a difendere il proprio mare