Bagni per disabili abbandonati all’interno del Palazzo di Città. Lettera aperta dei “Disabili Invisibili”


Foto-del-bagno-Comune--8Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta inviataci dai “Disabili Invisibili”. Non serve fare delle considerazioni sulla situazione che vivono quotidianamente, né dare la propria solidarietà ai disabili saccensi, quello lo abbiamo fatto tantissime volte. Ma è possibile che non si riesca ad ovviare in tempi brevi nemmeno alla sistemazione della porta di un bagno, a mettere la carta igienica, il sapone o un asciugamano, senza dover richiederli con una lettera aperta agli organi di stampa e all’intera amministrazione comunale? Per ottenere un servizio di ordinaria amministrazione bisogna fare un pubblico appello?

Siamo certi che chi di competenza provvederà in tempi strettissimi, purtroppo lo farà dopo la lettera agli organi di stampa, questo è il posto in cui viviamo…

Al Sig. Sindaco Avv. Fabrizio Di Paola
Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale
A tutti i Sigg. Assessori
A tutti i Sigg. Consiglieri Comunali
All’Associazione L’Altra Sciacca
All’Associazione Crescere Insieme
All’Associazione Agape
A.S.D. Leoni Sicani
Agli organi della stampa

Sciacca 12.05.2016

<< Bagni per disabili abbandonati all’interno del Palazzo di Città >>

Egregio Sig. Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio Comunale e Consiglieri Comunali con molto rammarico segnaliamo alle SS.LL. lo stato di abbandono dei bagni per disabili all’interno del Palazzo di Città. Nonostante la segnalazione di tre settimane addietro ad un suo stretto collaboratore e al responsabile alla manutenzione, con la quale abbiamo segnalato che nel bagno per disabile a piano terra la porta è appoggiata sul muro e con molta franchezza ci è stato assicurato che dopo avere comprato la cerniera della porta, perché di questo si tratta, la porta sarebbe stata collocata immediatamente al suo posto. Facciamo presente che il bagno è sempre sprovvisto di carta igienica. Con molta amarezza, Vi comunichiamo che alla data odierna nulla è stato fatto, creando non poche difficolta ai disabili.
Il bagno per disabili del primo piano, per intenderci dove ci sono gli uffici dell’ufficio tecnico, come potete notare dalle foto, il water è con la tavoloccia appoggiata al muro. Non esiste la carta igienica, il sapone per le mani, la carta per asciugarsi le mani e nel tetto mancano dei pannelli di cartongesso, che rende il bagno inaccessibile perché è sempre pieno di polvere e con la paura che possa cadere qualche calcinaccio sulla testa. Nella riunione che si è svolta il 23 settembre 2015 questo problema era stato segnalato agli Assessori Salvatore Monte, Silvio Caracappa, Ignazio Bivona, e al Presidente del Consiglio Comunale che hanno visto con i propri occhi lo stato di abbandono del bagno perché allora era pieno di computer da buttare e delle pattumiere della spazzatura pieni di rifiuti e che hanno fatto sgomberare immediatamente e si erano presi l’impegno di fare sistemare la tavoloccia e il tetto. Un impegno dopo sette mesi non mantenuto. Chissà quali altri impegni più importanti avevano……….
Il bagno del terzo piano, anch’esso senza carta igienica, sapone e carta per asciugarsi le mani.
E’ possibile che non ci sono i soldi per comprare una cerniera? E’ possibile che dopo sette mesi non si è ancora sistemata la tavoloccia e il tetto del bagno dei disabili? E’ possibile che è da quattro anni
che chiediamo di realizzare gli scivoli sui marciapiedi di Via Incisa a costo zero in quanto ci sono
ditte edili che i lavori li realizzano a costo zero e non sapete approfittarvene?
Non vi vergognati andando in giro per la Città? Che facce avete?
Sappiate che siete tutti responsabili Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio Comunale e
Consiglieri Comunali della maggioranza e dell’opposizione.
Ci risulta, che per il canile l’Amministrazione spende circa 300.000,00 euro (trecentomila) annue. Se
ci sono tutti questi soldi per i cani, come mai non si trovano 2.000 euro per realizzare i scivoli e non
si trovano neanche due euro per comprare una cerniera per la porta del bagno dei disabili?
Ci viene spontaneo pensare che i cani sono più importanti dei cittadini disabili che pagano anche le
tasse. Come mai non avete pensato di chiuderci nel canile? Noi amiamo gli animali.
Sappiate che non ci arrendiamo.
Noi seduti in carrozzella camminiamo a testa alta, voi in piedi dovete camminate a testa bassa.

Un cordiale saluto affettuoso.
I disabili invisibili
Totò Allegro
Luca Garofalo
Giuseppe Sutera
Mimmo Caracappa
Giuseppe Bellitti

Foto-del-bagno-Comune--1 Foto-del-bagno-Comune--4 Foto-del-bagno-Comune--6 Foto-del-bagno-Comune--9 Foto-del-bagno-Comune--11 Foto-del-bagno-Comune--14

Lascia un commento