TDM e Cittadinanz@ttiva protestano per trasferimento P.P.I. al Poliambulatorio   Recently updated !


Sciacca,20/06/2017

Al Direttore Generale

Lucio Ficarra

Responsabile U.R.P.

ASP/AGRIGENTO

Al Direttore Sanitario Distretto

Giuseppe Lo Scalzo

ASP/AG di SCIACCA

E p.c. All’Assessore alla Salute

Baldo Gucciardi

REGIONE SICILIA

Ai Coordinatori Cittadinanzattiva T.D.M.

POVINCIALE E REGIONALE

 

Oggetto: protesta trasferimento P.P.I. dell’Ospedale “Giovanni Paolo II”

Con rammarico siamo costretti a ribadire la nostra contrarietà sulla decisione della direzione in indirizzo di smobilitare il P.P.I. che si trova vicino il Pronto Soccorso per trasferirlo nei vecchi locali del  poliambulatorio ubicato nel centro storico della città.

Facciamo presente che i locali su menzionati saranno sicuramente di difficile accesso per chi ha necessità di utilizzare il servizio (molto spesso anziani e malati che si spostano in auto) poiché si trovano in un centro storico già fortemente intasato e dove non ci sono posteggi sufficienti per le auto.

Facciamo notare che invece presso l’ospedale si ha la possibilità di parcheggiare facilmente negli ampi posteggi disponibili.

Si evidenzia, inoltre, che l’utenza che dovrà usufruire di tale servizio in maggioranza proverrà, più che dal centro storico, dai numerosi e vasti quartieri periferici.

Tale soluzione era stata scelta proprio perché favoriva l’utenza saccense, ma anche la numerosa utenza dei paesi limitrofi e dei turisti nel periodo estivo, e inoltre perché contribuiva a favorire ad alleggerire la medicina d’urgenza negli accessi impropri o per i codici bianchi.

A quanto pare anche gli stessi medici che forniscono la loro opera nel P.P.I. sarebbero stati contrari a tale decisione poiché anche loro hanno potuto constatare l’utilità di tale servizio presso l’ospedale, mentre ritengono che nei locali scelti dalla direzione si avrà una diminuzione degli accessi proprio per l’inadatta posizione strategica dei locali

Non riusciamo a comprendere come non si sia ponderato bene le conseguenze di tale decisione che ricadrà sulla pelle dei cittadini che poi dovranno subirne le conseguenze.

Ci auguriamo in un ripensamento e che si possa operare nell’interesse dei cittadino utente ed  evitare così che in seguito si possano ricevere  lamentele.

In attesa di riscontro, porgiamo distinti saluti.

 

 

Il Coordinatore Gero Maggio                              La Responsabile T.D.M. Calogera Piazza

 

Lascia un commento