STOPPA LA PIATTAFORMA: SCHLUMBERGER COLPITA E AFFONDATA


STOPPA LA PIATTAFORMA: SCHLUMBERGER COLPITA E AFFONDATA

Dal Blog di Mario Di Giovanna
é stato respinto con provvedimento del 2 Novembre 2017, la richiesta per la prospezione di idrocarburi denominata ‘d1 G.P.-. SC’ proposta dalla Schlumberger.
L’area di prospezione proposta era incredibilmente grande, 4209 Kmq a Sud della Sicilia e ad Est di Pantelleria.
Secondo le previsioni della società proponente tutti e quei migliaia di chilometri quadrati di mare dovevano essere spazzati con la tecnica di ricerca di idrocarburi che utilizza gli airgun.
Gli Airgun generano delle vere e proprie esplosioni multiple cadenzate a pochi secondi l’una dall’altra, che possono durare settimane o mesi e che hanno un impatto devastante sulla vita delle specie che vivono nel Mediterraneo.
Col Comitato Stoppa La Piattaforma, assieme a numerosi attivisti ed associazioni ( tra le più attive Greenpeace) , avevamo studiato il progetto di Valutazione Ambientale della società rilevando numerosi motivi per cui tale tipo di ricerca è incompatibile con la flora e fauna del nostro mediterraneo.
In particolare l’area è di vitale importanza per la riproduzione e pesca di numerose specie ittiche di valenza commerciale.
Abbiamo quindi prontamente trasmesso la nostra documentazione contenente le nostre opposizioni alla Commissione Tecnica VIA del Ministero dell’Ambiente (potete scaricare e leggere in PDF al seguente link)   che a distanza di più di tre anni ci ha dato pienamente ragione bocciando il progetto.
Potete scaricare l’intero provvedimento al seguente link
Cade quindi un altro bastione delle società petrolifere che volevano conquistare e rendere una palude stigia il nostro Mediterraneo.
A distanza di più di 7 anni dall’inizio della nostra lotta rimangono oramai pochi permessi di ricerca e coltivazione da rispedire al mittente, finalmente vediamo vicina la Vittoria!
Ringrazio Guido Picchetti, per la segnalazione della notizia.

Lascia un commento