Presentazione a Sciacca di “La Magna Via Francigena. Sicilia a piedi da mare a mare”   Recently updated !


Davide Comunale, storico esperto di archeologia del paesaggio e di viabilità antica, è impegnato da anni nello studio del territorio siciliano mappando lo stato di conservazione delle “regie trazzere”. È ideatore e promotore della rete delle Vie Francigene di Sicilia, con quattro itinerari storici individuati, per oltre 1.000 km da percorrere a piedi o in bici.

Il percorso più noto è attualmente la “Magna Via Francigena” che collega Palermo ad Agrigento sviluppandosi lungo le trazzere e le strade rurali siciliane e che già sta richiamando una gran numero di pellegrini facendo conoscere loro centri e borghi della nostra Regione che meritano di essere visitati. Un’esperienza che richiama il più famoso Cammino di Santiago e che, al pari di quest’ultimo, può avere diversi scopi: quello naturalistico, quello religioso, quello della scoperta delle nostre origini o quello della sfida con se stessi.

Adesso lo staff dei Cammini Francigeni e quello di Ciclabili Siciliane sono al lavoro per definire il percorso della Via Francigena Mazarense che passerà proprio per la nostra Sciacca.

 

In vista di questa importante novità siamo lieti di ospitare Davide Comunale che presenterà il suo libro “La Magna Via Francigena. Sicilia a piedi da mare a mare“. L’incontro si svolgerà Lunedì 11 Dicembre alle 19 presso la Sala Blasco del Comune di Sciacca e vedrà anche la presenza di Giovanni Guarneri, fondatore di Ciclabili Siciliane.

I due ospiti, intervistati da Irene Leonardi, ci faranno conoscere la bellezza del percorso della Magna Via Francigena ed avranno modo di dare qualche anticipazione sul percorso Mazarense che riguarderà la nostra città e di cui il prossimo 15 Dicembre si parlerà su GEO.
L’evento è organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale L’AltraSciacca con il patrocinio del Comune di Sciacca e la collaborazione del B&B Olivella.

Vi aspettiamo numerosi per una serata all’insegna della natura, della storia, del trekking e del cicloturismo.

 

Lascia un commento