L’AltraSciacca presenta: “Davide e il mistero Qwerty” di Stefano Amato al Letterando


Oggi alle 18 si darà il via alla nona edizione del Letterando In Fest, la più grande manifestazione culturale di Sciacca e, crediamo, anche dell’intero comprensorio.

Spesso la nostra associazione ha contribuito a questo splendido evento, quest’anno abbiamo già fatto una serie di manifestazioni collaterali “Aspettando il Letterando in fest” dedicate ai più piccoli e, sulla stessa linea, abbiamo deciso di proporre un libro per bambini anche nell’evento ufficiale.

Stefano Amato presenterà il suo nuovissimo racconto, ultimo arrivato nella collana Segnastoria, Verbavolant edizioni, domenica 17 Giugno, alle ore 20 presso la Multisala Badia Grande, Cortile Orquidea.
Converserà con l’autore la nostra Antonella Ciaccio, de  L’Altra Sciacca “dei piccoli”.

Vi invitiamo a partecipare e a portare i vostri bambini che saranno coinvolti nella presentazione del libro.

“Davide e il mistero Qwerty” di Stefano Amato, illustrazioni di Roberta Terracchio. 
Verbavolant editore
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 08/05/2018
Età di lettura: Da 7 anni

 

DESCRIZIONE
“Non hai idea di che cosa sia, vero?”

“Mmmh. Un vecchio registratore di cassa?”

Lui ha sbuffato fuori una risata che ha fatto sollevare i baffi bianchi che gli ricoprivano il labbro superiore. “Scusa” si è giustificato, “è che rimango sempre stupito dalla velocità con cui avanza il progresso. Vedi, quella che hai davanti è una macchina per scrivere. O da scrivere, come dicono alcuni.”

“Oh” ho detto io, facendo di sì con la testa. In realtà avrei voluto dire: grazie, signor Baraldo, ne so quanto prima.

Per il piccolo Davide è cominciata una noiosa estate come le altre: compiti delle vacanze, qualche giorno al mare ma sempre nel weekend, i dispetti del mal sopportato Sergione. A cambiare le cose non sarà certo l’arrivo nel suo palazzo di un nuovo condomino, tanto più che è un vecchio signore, un po’ particolare oltretutto. Colleziona oggetti strani, dice si chiamino “macchine da scrivere” e siano una specie di antenati dei computer, non certo il massimo della novità dunque: e allora perché Davide ne è così incuriosito? Cosa mai significherà la parola QWERTY? Quale mistero si nasconde tra i pesanti tasti della Lettera 22, della Remington e della Underwood?

Una storia di scoperte e rivelazioni, di oggetti dimenticati che riprendono vita, ma soprattutto di una grande amicizia, quella tra Davide ed Eustachio, ex-riparatore di macchine da scrivere ormai in pensione: insieme riannoderanno il filo del mistero QWERTY, che lega i primi prototipi di pianoforte letterario, nati già a metà del Diciannovesimo secolo, ai tablet di ultima generazione, e renderà la loro estate davvero indimenticabile.

http://www.verbavolantedizioni.it/wp-content/uploads/2018/03/scheda-promozione-QWERTY.pdf

*********

Stefano Amato. Suoi racconti sono usciti su diverse riviste. Ha pubblicato, tra gli altri, i romanzi  Soggetti del verbo perdere (VerbaVolant, 2006),  Le sirene di Rotterdam  (Transeuropa, 2009),  Il 49esimo Stato  (Feltrinelli, 2013) e Bastaddi (Marcos y Marcos, 2015). Nel 2009 ha scritto con Fabio Genovesi e Franz Krauspenhaar una Guida letteraria alla sopravvivenza in tempo di crisi. Nel 2017 è uscita per i tipi di LetteraVentidue il saggio Archimede di Siracusa. Ha fondato e dirige la rivista letteraria “A4”.

Roberta Terracchio. Illustra principalmente in digitale. Pubblica per la prima volta nel 2014 un libro illustrato e scritto da lei,  Oltre il cappuccio rosso  (ed. Il Palindromo). Nel 2016 pubblica dell’albo illustrato  Il viaggio di Sketch (Valentina edizioni). Ha collaborato con aziende di svariati settori, dalla moda alla cucina; nel 2014 ha fondato, il magazine online di illustrazione Aduntratto.com.

Lascia un commento