Referendum #17Aprile2016, se non vince il Sì trivelle a meno di 12 miglia da Pantelleria



Se non vince il Sì, a Pantelleria si rischiano trivellazioni a meno di 12 miglia dalla costa.

pantelleria-trivellazioni

Non è un incubo, ma una delle tante possibili conseguenze della legge che spero abrogheremo il prossimo 17 Aprile.

pantelleria2Procediamo con ordine. Il permesso di ricerca in questione è il GR15PU (clicca per prenderne visione). Il permesso come potete vedere è a meno di 12 miglia dalla costa e circonda quasi totalmente l’isola di Pantelleria. La società titolare è Audax. Questo permesso di ricerca conferito nel lontano 2002, doveva scadere nel novembre del 2008, senonché a Luglio 2008 viene concessa la sospensione del decorso temporale “fino alla disponibilità di un idoneo impianto di perforazione per acque profonde. Con successivo decreto sarà determinato il termine finale della sospensione temporale.”

Orbene, a distanza di più di 7 anni, esattamente dopo 2846 giorni, del successivo decreto che avrebbe dovuto metter un limite a questa sospensione non se ne ha traccia e la cosa scandalosa è che in questi 7 anni sono stati pure sospesi i pagamenti dei relativi canoni!

specchioAncora più sorprendente la motivazione della sospensione che leggiamo nel provvedimento: “fino alla disponibilità di un idoneo impianto di perforazione per acque profonde.” Infatti per la legge citata nel provvedimento (legge n. 9 del 1991 art. 6 comma 10.) questa sospensione si sarebbe potuta dare solo “qualora nel corso del permesso di ricerca le amministrazioni competenti impongano al titolare del permesso particolari adempimenti o limitazioni che comportino la sospensione dell’attività di ricerca”, motivazione questa che risulta ben diversa dal non trovare un idoneo impianto di trivellazione!

Come interviene il referendum del prossimo 17 aprile?

La legge che si chiede di abrogare di fatto interverrebbe come una vera e propria sanatoria per questo permesso. Si tratta della legge 208 del 2015 art. 1 comma 239 che modifica la 152 del 2006 (art. 6 comma 17), cioè “I titoli abilitativi già rilasciati (entro le 12 miglia N.d.A) sono fatti salvi per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”. Essendo la concessione di ricerca della Audax a tutti gli effetti un titolo abilitativo, l’originaria scadenza che era stata sospesa di fatto non esiste più perché la titolarità le spetta “fino alla fine del giacimento”, quindi la società privata potrà tenersi quel tratto di mare a tempo indeterminato.

In altre parole, quando la Audax vorrà, oggi, domani, tra 1 anno o tra 50 anni, con un “idoneo impianto di perforazione” potrà andare a trivellare a meno di 12 miglia da quel paradiso in mezzo al mare che è la nostra isola di Pantelleria, con buona pace per l’ambiente, il turismo, la pesca e la sicurezza (Pantelleria è un’isola vulcanica che galleggia su una camera magmatica attiva).

Se vogliamo che tutto questo non accada andiamo a votare Sì il 17 Aprile!

Fonte: http://mdigiovanna.blogspot.it/2016/04/referendum-se-non-vince-il-si-trivelle.html

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.