Cittadinanz@ttiva: Fermiamo la dissennata vendita dei terreni delle ferrovie



cittadinanzattiva2

COMUNICATO

Ci corre l’obbligo, a nome  di tutti i cittadini che vengono rappresentati dal nostro movimento, di unirci al coro di allarme sulla vendita di ulteriori terreni di proprietà delle ex Ferrovia dello Stato a privati! Non possiamo non provare molta amarezza perché oggi si combatte per salvare alcuni tratti della line ferrata dopo che abbiamo perso l’intera area della stazione.

Vorremmo ricordare a futura memoria che, già nel lontano 2005, un gruppo di lavoro in seno al movimento aveva presentato, all’amministrazione di allora  un progetto di riqualificazione dell’area della stazione . Progetto donato addirittura all’amministrazione Bono nel 2009, consci della grande rilevanza strategica che la stazione poteva avere anche riguardo alla possibilità di ripristinare il treno che collegasse due straordinari siti archeologici: AKRAGAS E SELINUNTE.

L’attuale, non avendo voluto esercitare il diritto di prelazione sulla vendita della stazione, ha fatto perdere veramente un grande treno di occasioni alla città e a noi cittadini.

Fermiamo la dissennata vendita di terreni che potrebbero avere una grande utilità sociale turistica ambientale per il territorio. Riconosciamo i nostri errori, poiché già negli anni e sotto gli occhi, ahi noi, inermi di tutti (amministratori, funzionari e cittadini) sono stati ceduti a privati dei pezzi di linea ferrata, non continuiamo nel perpetrare errori su errori.

Auspichiamo infine che in futuro noi cittadini, possiamo essere più vigili e attenti e difendere e tutelare, quando è necessario, i nostri beni comuni.

Sciacca 15 novembre 2016

Il Coordinamento

 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.