Difesa del mare: conferenza internazionale a Sciacca con Italia, Tunisia, Malta e Libia


conferenza-internazionale-sul-mare-a-sciacca

La tutela del mare del Canale di Sicilia attraverso la creazione di un’area protetta. È questo il principale obiettivo della conferenza internazionale che dall’11 al 14 aprile 2015 si svolgerà a Sciacca, con invitati rappresentanti diplomatici e osservatori dei paesi del Mediterraneo interessati (Libia, Tunisia, Malta e Italia), esperti e organizzazioni ambientali come Green Peace, Wwf, Legambiente e Marevivo. La conferenza è organizzata dal Centro di Attività Regionale per le Aree Specialmente Protette (UNEP/MAP-RAC/SPA) con sede a Tunisi, nell’ambito di un progetto finanziato dalla Commissione Europea.

Le finalità dell’iniziativa sono state illustrate sabato scorso al Museo del Mare nel corso di una conferenza stampa. Sono intervenuti il sindaco Fabrizio Di Paola, il direttore generale della Direzione Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell’Ambiente Maria Carmela Giarratano, il dirigente dell’istituto “Don Michele Arena” Gabriella Bruccoleri, il presidente della commissione Ambiente del Senato Giuseppe Marinello.

La conferenza – è stato detto – servirà ad approfondire lo stato delle conoscenze sulle specificità e unicità dell’ambiente marino, capire in che modo proteggerlo, definire le misure e le regole di tutela da inserire in trattati internazionali da far approvare dai governi dei paesi del Mediterraneo interessati.

La conferenza vedrà la partecipazione attiva di un centinaio di giovani studenti di due istituti professionali della città: il “Don Michele Arena” e l’alberghiero “Amato Vetrano”.

Nel dirsi orgoglioso della scelta di Sciacca quale città ospitante di una iniziativa di così grande valenza, il sindaco Fabrizio Di Paola ha parlato del coinvolgimento del Gac, il Gruppo di Azione Costiera che ha in Sciacca il comune capofila.

IL PROGRAMMA

Ecco di seguito il programma della conferenza internazionale sul mare, che prevede diversi momenti: i primi aperti al pubblico, gli altri incontri tecnici di studio riservati agli esperti, ai rappresentanti diplomatici, e alle O.N.G.

INCONTRI PUBBLICI

11 aprile 2015, ore 19,00 – Sala Blasco del Comune di Sciacca.

  • Tavola rotonda “Conoscere le bellezze dell’alto mare nel canale di Sicilia” introduce il Sindaco di Sciacca Fabrizio Di Paola
  • Interventi programmati
  • Barbara Degani, Sottosegretario di Stato
  • Giuseppe Marinello, Presidente della Commissione Ambiente del Senato
  • Franco Andaloro, biologo marino dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale)
  • Il Direttore generale della Direzione Protezione della natura e del mare del Ministero dell’ambienteMaria Carmela Giarratano
  • Presidente della Commissione Ambiente del Parlamento Europeo Giovanni La Via

12 aprile 2015 ore 11,00

  • Inaugurazione Mostra “L’alto mare: un’area da proteggere”presso l’I.I.S.S. “Don Michele Arena”

INCONTRI TECNICI

13 aprile 2015, ore 9.00 – Sala Blasco, Comune di Sciacca

  • Apertura del Meeting della “Seconda riunione di consultazione dei Paesi che si affacciano sull’area dell’alto mare del Canale di Sicilia”, alla presenza delle istituzioni italiane, dei Rappresentanti diplomatici di Tunisia, Malta e Libia e delle O.N.G.

13 aprile 2015, ore 11,00

  • Incontro con le scolaresche della sezione nautica dell’I.I.S.S. “Don Michele Arena”

14 aprile 2015

  • Tavolo tecnico con la partecipazione delle O.N.G. e chiusura dei lavori.

Lascia un commento