Fa la cosa giusta Sicilia – Prima edizione 19-20-21 ottobre 2012, Palermo, Cantieri culturali alla Zisa



Al via la prima edizione in Sicilia

Al via la prima edizione di Fa’ la cosa giusta!Sicilia, fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. La fiera sarà aperta il 19 e 20 ottobre dalle 9.00 alle 23.00 e domenica 21 ottobre dalle 10.00 alle 20.00, sempre a ingresso libero.

120 espositori, divisi per otto aree tematiche, racconteranno come cambiare i consumi in favore della sostenibilità e animeranno i Cantieri culturali alla Zisa, ex Officine Ducrot e importante esempio di archeologia industriale.

I Cantieri culturali sono stati per un lungo periodo negati alla città e anche la sala cinematografica che vi è all’interno – riaperta il 25 aprile di quest’anno e intitolata al regista e sceneggiatore palermitano Vittorio De Seta – è stata finora utilizzata assai poco. La scelta di questo luogo diventa così simbolica: un cambio di stile in favore della Terra e dei suoi abitanti non può che passare dal recupero di ogni risorsa importante. Gli appuntamenti culturali della fiera si svolgeranno –  oltre  che nella sala  De Seta – nello Spazio Perriera, nella sala Blu Cobalto e in due  spazi più piccoli: la Bottega Informazione e la Bottega Incontri.

Per tre giorni i Cantieri culturali saranno pienamente vissuti con laboratori, incontri,  proiezioni e scambi di esperienze. “Imparare” sarà la parola chiave di Fa’ la cosa giusta!Sicilia e i nuovi saperi saranno i protagonisti.

Nei tanti laboratori proposti  sarà possibile scoprire come trasformare le vecchie camicie in splendide borse o come fare in casa il pane o il sapone, coltivare l’orto, rimettere in strada una bicicletta non più funzionante e molto altro.

Fa’ la cosa giusta!Sicilia è una delle più importanti fiere del consumo critico e degli stili di vita sostenibili in Italia. Nasce da un’idea della casa editrice Terre di Mezzo che ha sostenuto anche questa edizione siciliana.

La fiera, che si svolge da nove anni a Milano, ha già visto le edizioni di Genova, Trento e altre città italiane ma non era mai stata realizzata nel Sud d’Italia. In Sicilia è organizzata dalla cooperativa AltriRitmi e dal  Comitato “Fa’ la cosa giusta!Sicilia!”, costituito da Arci Sicilia, Addio Pizzo, Siqillyah, Co.P.E., Centro di documentazione Giuseppe Impastato, Liotro, Best Up, Per la pace e lo sviluppo nel Mediterraneo, Lavoro e non solo, Solidaria, Banca Etica, Fisac Cgil, Giovanni Abbagnato, Leontine Regine, Libera terra Mediterraneo e Liberambiente. Alla realizzazione dell’evento collabora la casa editrice Terre di mezzo.

Nello  spazio “Tre navate” saranno presenti  espositori che propongono idee e prodotti per uno stile di vita sostenibile: alimentazione biologica biodinamica e a filiera corta, turismo responsabile, moda etica, cosmesi naturale, arredamento in materiale riciclato, economia equosolidale e per l’infanzia e altro ancora. Le otto sezioni tematiche saranno contraddistinte per colore e nome: Abitare lo spazio, Moda e cosmesi, Servizi etici, Equo e solidale, Editoria, Viaggiare, Pace e partecipazione, Buono da mangiare

Il programma culturale, curato dal comitato Fà la cosa giusta Sicilia, prevede diversi incontri a tema. In particolare si segnalano “Una nuova agricoltura ecologica, per coltivare un modello economico capace di creare armonia tra agricoltura, società e natura”, fissato per venerdì 19 alle ore 10.00, e il convegno “Altraeconomia: opportunità di lavoro? Riflessione sul lavoro per un modello di altra economia in Sicilia”, sabato 20 alle ore 10.00, promosso dal comitato organizzatore insieme alla Fisac Cgil. Entrambi gli incontri si terranno alla sala De Seta.

Sempre per sabato alle 10.00 è fissato l’incontro ”Le quattro R per Palermo sostenibile”, durante il quale sarà presentato il progetto per il secondo step di raccolta differenziata a Palermo. Seguiranno workshop, presentazione di libri, documentari e su interessanti opportunità per accedere ad alcuni servizi etici, come quelli proposti dal Caes (Consorzio assicurativo etico e solidale). Il consorzio presenterà un incontro rivolto ai Gruppi d’acquisto solidali sul tema della Responsabilità civile auto. Da segnalare anche l’appuntamento su welfare e sanità organizzato da Altraeconomia e dalla Società di mutuo soccorso Pozzo che offre, a costi molto vantaggiosi, una vasta gamma di soluzioni, servizi e forme di assistenza per alleggerire il peso delle spese sanitarie  in famiglia.

Nella stessa giornata lo spazio Perriera ospiterà l’Open space “Parco della Favorita: costo o risorsa?”  promosso dal Comune di Palermo. L’appuntamento si inserisce nel quadro del progetto Gardmed (www.gardmed.org) per la creazione di una rete di giardini sostenibili nel Mediterraneo, in collaborazione con Clac, TLL Sicilia, Next, Neu Noi e The Hub Siracusa. L’Open space technology è  una tecnica di facilitazione che consente di creare gruppi di lavoro per affrontare conversazioni che stanno a cuore ad una comunità. Diversamente da una conferenza, con l’Open space technology tutti i partecipanti sono coinvolti in prima persona nelle conversazioni sul tema. Gli approfondimenti specifici vengono stabiliti durante i lavori della giornata da tutti i partecipanti interessati al tema.

Tra gli appuntamenti da segnalare, domenica mattina alle 11.00 è prevista la visita guidata “Passeggiate nel tempo tra la storia dei Cantieri”, a cura  di Agnese Giglia con la collaborazione di Veronica Chisari e alcuni degli studenti del corso di allestimento degli spazi espositivi dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo. In fiera sarà possibile anche un po’ di sano relax, nello spazio dedicato allo Stare Bene, con un massaggio Shiatsu insieme all’Associazione QI che diffonde la antiche pratiche della medicina tradizionale cinese (agopuntura, tuina, shiatsu) e praticare lo yoga con Centro di cultura Rishi e il centro Sahaja Yoga.

Scarica il programma

falacosagiustasicilia.org

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.