Lettera aperta dei lavoratori stagionali dello “STABILIMENTO DELLE TERME”



 

comitato_cittadino_salviamo_le_terme_di_sciacca_banner

 

 

Oggi, come Comitato, ci è giunta questa lettera che vogliamo condividere con tutta la cittadinanza sulla situazione in cui versano le modalità di procedura per un eventuale affidamento della struttura a terzi .

“E’ opportuno precisare che fino ad oggi si parla solo ed esclusivamente di Grand Hotel , si prospettano bandi per il Grand Hotel , si individuano partner per il Grand Hotel . Anche la classe politica e la classe sindacale , ogni giorno vediamo che puntualizzano sempre sulla salvezza e il rilancio del Grand Hotel come struttura turistica . Ben venga che il personale deve restare immutato , ma si rischia di sviare sul primo problema : quali sorti per lo Stabilimento ? La domanda la rivogliamo direttamente alla classe politica e sindacale , che spesso si occupano solo di fare campagna elettorale 365 giorni l’ anno. Ammettiamo che molte facce che hanno frequentato noi lavoratori in questi ultimi tempi sono vecchi lupi della politica , e preghiamo loro appunto di farsi di lato , perché la salvezza delle Terme non passa dal beneficio di un singolo , ma di una cittadinanza intera . Ricordiamo inoltre che lo Stabilimento termale , è l’ unico che crea surplus alla s.p.a , e senza di questo sarebbe proprio impossibile garantire l’ esistenza di un Grand Hotel , ma ancora , il lavoro di tutti quei b e b che ci sono in città . Le acque curative , i fanghi , la fisioterapia , le inalazioni ,le grotte sono delle attività che si svolgono perché Dio ha voluto beneficiare il nostro sottosuolo , sarebbe gravissimo e un colpo d’ immagine negativo per la nostra città avere un Grand Hotel aperto e lo Stabilimento termale chiuso . Si parla di ASP negli ultimi tempi , e sappiamo anche che l’ Azienda è interessata allo Stabilimento (dati i bilanci ottimi di ogni anno) , ma se non è il Presidente della Regione in primis a fare una richiesta , come può l’ ASP intervenire ? E qui la classe politica cittadina e non dove sta ? Perché a Settembre quando il Signor Crocetta venne a Sciacca , non si portava a fare una visita a questo bene , dato che da lì a due mesi era progettata la chiusura ? Era in villeggiatura ? O forse la nostra classe politica lo è sempre stata in villeggiatura ? Perchè il Sindaco e il Consiglio Comunale non si sono più spostati a Palermo ? Perché non fanno unione comune di destra e di sinistra e vanno ad occupare l’ Assessorato al Bilancio a Palermo ? La salvezza delle terme riguarda la città , noi lavoratori , non il singolo partito . Ma qui stiamo proprio vedendo la mancanza della politica , quella che dovrebbe garantire il solo “ pane” al cittadino , quella che dovrebbe interessarsi dei problemi di una comunità , ma che invece , si occupa di litigare per ogni singola cosa , si occupa di non mantenere gli impegni presi , si occupa di giocare con le poltrone . Mentre noi aspettiamo il gioco della politica , intanto, lo Stabilimento versa in condizioni quasi pietose . Aspettiamo , ma forse è già troppo che aspettiamo . La politica ci dia delle risposte, e subito .”

“Distinti saluti

I lavoratori stagionali dello Stabilimento Termale”

E’ nota ormai l’ infelicità dei lavoratori , ma anche della cittadinanza intera , che ormai ha capito qual’ è l’ effettivo problema e che è quasi impossibile puntare il dito contro un personaggio ora come ora , perché questo disastro e questa infelicità sono stati causati da una classe politica intera . E’ strano anche del perché i lavoratori si sono rivolti a noi , forse la disaffezione nei confronti dei sindacati e della politica ha raggiunto i minimi termini . Noi accogliamo la lettera , la condividiamo , e ci prendiamo carico di essere noi il collante tra politica e lavoratori , sperando di non essere presi in giro , perché da cittadini onesti quali siamo , vogliamo solamente il bene di questo patrimonio che fa girare l’ economia di una città intera .

Comitato Salviamo le terme di Sciacca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.