Comunicato stampa Inter.Co.PA



intercopa-comitato-intercomunale-per-la-gestione-pubblica-dellacqua

COMUNICATO STAMPA

Nella giornata di ieri molti cittadini avranno assistito alla conferenza stampa, in pompa magna, della società Girgenti Acque, che ha denunciato il grave ed increscioso episodio occorso ad un loro dipendente mentre  procedeva al taglio del contatore dell’acqua per non avere pagato una bolletta.

In premessa, il comitato Inter.Co.PA,   non può che associarsi a quanti hanno manifestato la propria condanna per   quanto accaduto, solidarizzare con il lavoratore prima e il suo datore poi, denunciare tutti quei cittadini che ritengono di doversi fare giustizia da soli. Ma questo comitato, al tempo stesso, non ha potuto fare a meno di osservare nel corso dell’intervista al Presidente di G.A. il tentativo di sovvertire i ruoli di “vittima e carnefice”.

Il Presidente di G.A. nell’indossare gli abiti della vittima ha  spiegato che loro seguono regole e applicano disposizioni contrattuali nello svolgimento della loro attività che purtroppo è continuamente minacciato da episodi come quello accaduto giorni fa. Di contro non riesce a dire una sola parola sulle prospettive e su futuri interventi per migliorare la qualità scadentissima e carissima del servizio reso ai trecentomila cittadini da loro gestiti.

La domanda è: per un servizio scadentissimo che è tanto più caro perché scadente, che acquista 18milioni di euro di acqua per distribuirne per meno di 9milioni di euro e ne disperde più del 50%, che opera 250 interventi di riparazione a settimana per un costo di  7,5milioni di euro all’anno, che fa pagare a tanti cittadini la quota depurazione senza avere il servizio, che non ha una prospettiva e un programma per cambiare questo stato di cose, è normale che sia la vittima e i cittadini i “carnefici”?

Il comitato Inter.Co.PA invita tutti i cittadini che si vedranno tagliare l’acqua o che si vedranno recapitare bollette “pazze” o inclusive di servizi inesistenti  ad indire conferenza stampa nelle proprie abitazioni per fare registrare e documentare la tragedia che tante famiglie sono costrette a vivere a causa di una gestione scarsa e scadente che dopo otto anni di gestione G.A. non ha alcuna prospettiva di essere ricondotta a livelli appena sufficienti e con essa la speranza di vedersi ridurre le tariffe come da contratto.

Il Coordinatore         Franco Zammuto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.